• Poesie – Gian Carlo Zanon “E un canto antico ritorna/ a ricordare i silenzi parlanti”

      0 commenti

    1254

    Il processo

    Dal muro del silenzio
    non c’è eco che ritorni
    a cercare il perduto senso.

    È amara la notte
    quando traditi una volta ancora
    si raccoglie la giacca dell’addio.

    E un canto antico ritorna
    a ricordare silenzi parlanti
    e invisibili affetti di un bambino confuso
    dalla ragione dei grandi.

    Ora come allora
    il sangue cerca il coagulo
    che fermi l’emorragia
    che ripete “sei solo nel mondo”.

    Ma il rumore di quattro porte chiuse
    ti apre gli occhi e vedi
    e non puoi mentire
    e ricominci a cercare,

    ricominci ad udire.

    24 maggio 2015 ore 24 … circa

    Scrivi un commento