• Poesie … Gian carlo Zanon “La paga a noi dovuta…”

      0 commenti

    1 shadows

    -

    Noi che cerchiamo il porto delle nebbie
    dove smarrire il tempo che divide,
    i chilometri colorati di treni e di autogrill,
    i larghi spazi domati a stento con gesti solitari.

    -

    Noi che inseguiamo memorie irraggiungibili
    per regalare a ciò che è già trascorso un senso
    con quei frammenti di presente immaginati e vivi …
    come scampoli di sé ancor perfettamente indenni.

    -

    Oggi qui, noi, su questa terra incolta
    veniamo a reclamar la paga a noi dovuta
    per notti e notti percorse ad aspettare
    l’ombra dell’uno … che già si unisce all’altra.

    -

    28 agosto 2016 ore 21.29

    -

    Scrivi un commento