• Poesie – Fabio Strinati : “in quel nido chiamato libero volo sconosciuto;”

      0 commenti

    1DeChirico Muse Inquietanti

    -

    POSTI, ALTRI POSTI

     

    Luoghi che vanno… che negli occhi si attorcigliano,

    che rivestono strade, di petali, di campi

    come sugli amari selciati accartocciati.

    Persone sonore nell’estasi sotto raggi solari;

    ma poi, dove cade se non al petto quel raggio di luce

    che per distacco, mai s’è risparmiato?

    Posti che vivono altri posti, che sudano parole

    palpitanti lacrime a chi per supplica, resuscita

    in quel nido chiamato libero volo sconosciuto;

    ma poi, dove cadrà l’alba se non nel cuore di una donna

    da una luce d’occhio, appena accarezzata?

    Scrivi un commento